Disoccupazione ordinaria: cos’è e a chi spetta

La disoccupazione ordinaria è una prestazione economica a carico dell’Inps di supporto a quei lavoratori che abbiano perso il lavoro non per colpa o volontà

disoccupazione ordinaria

L’indennità di disoccupazione ordinaria, precedentemente indennità ordinaria di disoccupazione non agricola,  è una prestazione economica a sostegno di tutti quei lavoratori che abbiano perso il posto di lavoro non come propria determinazione. Quest’articolo toccherà alcuni punti salienti di questo contributo statale, a partire dai beneficiari, passando per i requisiti che occorrono per averne diritto, la decorrenza e l’ammontare fino alla perdita del diritto.

disoccupazione ordinaria

Disoccupazione ordinaria: a chi spetta l’indennità?

I lavoratori dipendenti che senza colpa o volontà si ritrovino senza lavoro, così come i soci di cooperative di lavoro in forza alle stesse come dipendenti, gli apprendisti, i dipendenti a tempo determinato delle P.A. ed il personale artistico (dipendente), hanno diritto all’’indennità di disoccupazione ordinaria.

Non ne ha diritto, invece, il dipendente a tempo indeterminato delle P.A. i lavoratori extracomunitari con rapporto di lavoro stagionale e l’operaio agricolo a tempo determinato.

Quali sono i requisiti per aver diritto all’indennità di disoccupazione ordinaria?

Occorre essere in possesso di tre requisiti per aver diritto a quest’indennità, e precisamente:

  • Aver perso il lavoro non per propria colpa o volontà;
  • Aver versato almeno due anni di contributo contro la disoccupazione;
  • Aver versato almeno un anno di contributi contro la disoccupazione nei due anni prima della disoccupazione.

Come posso richiederla?

disoccupazione ordinaria

L’indennità di disoccupazione ordinaria la si può richiedere esclusivamente all’INPS per il tramite del portale web, oppure telefonando al Contact Center o ancora presso patronati ed altri intermediari riconosciuti dall’Istituto medesimo.

Da quando decorre?

Si ha diritto a riceverla a partire dall’ottavo giorno immediatamente successivo alla data di perdita del lavoro, a patto che sia stata presentata la domanda, altrimenti, se la domanda viene presentata dopo l’ottavo giorno di disoccupazione, semplicemente dal giorno successivo alla presentazione della relativa domanda.

Per quanto tempo la riceverò?

La disoccupazione ordinaria la si percepisce per dieci mesi per disoccupati cin meno di 50 anni, per un anno per disoccupati con età compresa fra i 50 ed i 55 anni e per 14 mesi per disoccupati con più di 55 anni.

A quanto ammonta?

disoccupazione ordinaria

L’indennità ammonta al 75 percento della paga media (calcolata in base ai parametri previdenziali)  su base mensile percepita nell’ultimo biennio se questa non arriva all’importo di € 1.192,28 (importo relativo al 2014  che viene rivalutato ogni anno), ovvero al 75 percento del suddetto importo, da sommare al 25 percento della differenza tra la paga media su base mensile e tale importo, se la paga media mensile è superiore al medesimo.

Si può perdere l’indennità di disoccupazione ordinaria?

Da quanto leggiamo sul sito web dell’Inps si può perdere il diritto a questa contribuzione, e ciò accade in caso si:

  1. Perda lo stato di disoccupati;
  2. Venga riassunti con contratto di lavoro subordinato per un periodo non inferiore a sei mesi;
  3. Inizi un lavoro autonomo senza comunicarlo all’Istituto;
  4. Assuma lo stato di pensionato (per vecchiaia o anticipato);
  5. Percepisca un assegno ordinario di invalidità, qualora non si scelga l’indennità;
  6. Rifiuti di prender parte (o si prenda parte in modo non regolare) ad iniziative di “politica attiva” (tirocinio, formazione, ecc.);
  7. Rifiuti un’offerta di lavoro la cui retribuzione sia più alta di almeno il 20 percento rispetto all’importo lordo della disoccupazione ordinaria.