Ismea acquisto terreni: come funziona?

Cosa sono i finanziamenti Ismea acquisto terreni, e che documentazione presentare per ottenerne uno.

acquisto-terreni-1

Se state cercando delle indicazioni utili per Ismea acquisto terreni, siete nel posto giusto! Di seguito troverete infatti tutte le istruzioni più utili per poter ottenere le agevolazioni Ismea acquisto terreni e, di conseguenza, poter orientare la propria scelta nei confronti di questo importante supporto finanziario.

Cosa fa l’Ismea

Per quanto concerne le indicazioni su Ismea acquisto terreni, giova anzitiutto ricordare come l’Ismea sia un istituto che – tra le varie attività – procede a finanziare l’acquisto di terreni agricoli da parte di quei giovani che sono già imprenditori agricoli, o che devono ancora acquisire tale qualifica. Il beneficiario del finanziamento Ismea diverrà assegnatario dei terreni, restituendo il costo sostenuto dall’Ismea in 30 rate annuali, costanti, posticipate alla fine di ogni anno, e comprensive di interessi e dell’ammortamento del capitale.

Chi può accedere ai finanziamenti

Possono accedere ai finanziamenti Ismea acquisto terreni i giovani che hanno meno di 40 anni al momento della presentazione della domanda, e che si impegnino ad acquisire la qualifica di imprenditore agricolo (a titolo principale) o di coltivatore diretto, entro due anni dall’assegnazione. Potenziali beneficiari possono altresì essere gli imprenditori agricoli a titolo principale o i coltivatori diretti con meno di 50 anni al momento della presentazione della domanda, e ancora le cooperative e le piccole cooperative agricole di conduzione.

acquisto-terreni-2

Vengono inoltre stabiliti dei criteri di accesso in rapporto alla redditività dell’impresa, al rispetto di alcuni requisiti minimi in materia di ambiente, di igiene e di benessere degli animali, e alle limitazioni settoriali disposte a livello comunitario e nazionale.

Come presentare la domanda

Per poter presentare la domanda per i finanziamenti Ismea acquisto terreni, è necessario proporre una serie di documenti in carta semplice e duplice copia, quali:

  • Offerta di vendita dei terreni
  • Domanda di acquisto dei terreni
  • Certificato di destinazione urbanistica
  • Atti di proprietà dei terreni offerti in vendita
  • Corografia
  • Estratti di mappa e di planimetria di insieme dei terreni offerti in vendita
  • Certificati catastali dei terreni oggetto di intervento
  • Pianta dei fabbricati rurali offerti in vendita
  • Autocertificazione attestante la conformità dei fabbricati esistenti sui terreni offerti in vendita
  • Certificazione attestante l’eventuale diritto di prelievo ed uso di acqua irriga
  • Certificazione attestante l’eventuale iscrizione nel registro delle imprese rilasciato dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
  • Piano di utilizzo delle unità fondiarie richieste e prepossedute

Per le sole società cooperative, oltre a quanto sopra, bisogna allegare anche:

  • Statuto ed atto costitutivo
  • Visure camerali
  • Certificato di iscrizione al registro prefettizio
  • Delibera, dell’organo societario competente, relativa all’acquisto dei terreni attraverso l’intervento fondiario Ismea
  • Elenco dei soci, firmato dal legale rappresentante
  • Copia dei bilanci relativi agli ultimi 2 esercizi contabili.
Quanto ottenere

Infine, in relazione ai finanziamenti Ismea acquisto terreni, si ricorda come il volume massimo per gli investimenti aziendali agevolati, salvo che la Regione o la Provincia autonoma non provvedano diversamente, non può essere superiore a 750 mila euro per azienda assegnata a un singolo imprenditore agricolo, o a 250 mila euro per ogni socio occupato a tempo pieno, e non oltre 2 milioni di euro per le aziende che sono costituite sotto forma di cooperativa.